Crea sito

Scleri di fine anno aziendale – update

sono morta

=___=

 

aiuto

 

ciao a tutti, ci si ritrova fra 15 giorni!


Posted in abububaba - racconti incomprensibili del secondo tipo by with 9 comments.

Scleri di fine anno aziendale

Allora. La vera fine dell’anno in una azienda, è LUGLIO.

Luglio, col bene che ti voglio.

Luglio, ci sta ammazzando.

TUTTI devono avere TUTTO entro il 31/07. Per forza. Assolutamente. Bisogna chiudere. Bisogna concludere. Bisogna ispezionare. Bisogna consegnare. Bisogna fatturare.

Mandatorio.

 

Che è una parola che odio in quanto calco malriuscito dell’inglese.

Dite “obbligatoriamente” o “obbligatorio“, ca§§o, mandatorio fa schifo, come dire forwardare, editare, releasare, croppare, e tanti, troppi altri.

 

Comunque, torniamo a noi.

Luglio. La fine di luglio.

Una mazzata.

È per questo che latito.

Lavoro circa 3024978239 ore al giorno, torno a casa alle… alle… torno a casa??

 

Sigh :(

 

Ma dal 1° al 18 agosto, non contattatemi, non esisto, non ci sono, sono sparita.

Sappiatelo.

 

>.<


Posted in abububaba - racconti incomprensibili del secondo tipo by with 1 comment.

Sigh

No dico

Vi è capitato di leggere su internet

Un sito a caso

Basta digitare su Google “Jung Da Yeon

.

……

………………………

……………………………………………

……………………………………………………………………

,

 

,

Avete visto????????

.

.

.

.

01

.

.

.

.

.

02

.

 

 .

Sigh sob :,(

.

Io ho 30 anni (quasi 31 ormai),  sono un po’ pienotta (paciarotta dicono gli indigeni di questa terra) e tanto, ma tanto pigra…

Il corpo che quella tipa ha adesso io ce l’avevo dai 15 ai 20 anni, massimo 21.

:,(

.

Il mio destino è segnato.

Dalla pinguedine.

.

.

E adesso NON mi dite che devo fare esercizio.

Tanto non lo faccio.

Alla sera sono stanca, dopo 10 ore di lavoro (quando va bene) che più spremi-energie non si può, non mi va di fare altra fatica. …Proprio… Non mi riesce… Zero… Anche solo pensare di farlo, non mi riesce…

.

.

…al mattino NON SE NE PARLA.

Dopo quasi due anni di terapia finalmente sto iniziando ad avere un sonno decente. Non lo rovinerò mai. Mai e poi mai.

.

E sono a dieta. Perenne. Sempre.

Oltre ad essere vegetariana, i dolci non mi fanno impazzire e ne mangio pochi. In generale mangio poco e non pasticcio fra un pasto e l’altro. Sono forse l’unico essere umano a cui i biscotti, di ogni genere, non fanno né caldo né freddo. Ah, se al mondo l’unico cibo fossero solo biscotti… allora si che non mangerei mai!!

,

(nota: provare a iniziare una “dieta del biscotto”)

.

.

Oh, insomma, il punto è proprio che non mi muovo un cavolo, non faccio esercizio, niente.

Ma qui ritorniamo alla stanchezza e al desiderio di relax.

.

Ok, sono pigra. Non so come sconfiggere questa malattia :(

.

Solo quando sono in vacanza non lo sono. Macino chilometri a piedi, spesso a digiuno (non c’è tempo di mangiare quando ci sono così tante cose che ti rapiscono il cuore – penso al Giappone). E sto bene.

La morale è: dovrei essere sempre in vacanza.

DOVREI.

.

Forse, anzi, quasi sicuramente, Jung Da Yeon (immagino che sia “DaYeon” il nome, se non vado errata sui nomi coreani – poraccia, almeno in questo non è fortunata) è una che non è costretta a lavorare…

Ah, una vacanza perenne…

Certo, se non gioco mai al Superenalotto… posso solo immaginare per sempre di essere ricca.

,

Ma comunque… sigh e sob :(


Posted in abububaba - racconti incomprensibili del secondo tipo by with 6 comments.

Domenica

Qualche foto di questa tranquilla e assolata domenica.

.

Il terrazzo… Consorte sta ridipingendo il muro bianco sotto la fioriera perché è un po’ rovinato. Ma questo non mi impedisce di sollazzarmi con la lettura sulla mia sediolina sdraio con le gambe sollevate sullo sgabellino poggiapiedi.

.

(Annotazione: ricominciare a fare nuoto libero causa notevole ingrassamento gambe e fianchi. La lettura farà bene alla mente, ma per il corpo non fa proprio niente – a quanto pare fa solo rima)

.

01.

.

.

.

.

.

03

.

.

.

.

.

.

Le nostre piantine nella fioriera. Non è stato semplicissimo mettercele, e non è facilissimo mantenerle, con le foglie delle piante di quelli di sopra che ci cadono letteralmente addosso (bisogna stare attenti a toglierle sempre altrimenti soffocano le nostre foglie :( ), ma stanno venendo su belle, sane e rigogliose.

.

02

.

.

.

.

.

.

Che caldo fa oggi… :// Avete presente quel sole ampio e lattiginoso??

Anche peggio del sole a cielo sgombro!

04

.

.

.

.

.

.

Basilico! Sta venendo su che è una gioia!

Bisogna stare bene attenti a cimare sempre i fiori (ne ha fatti molti), per il resto sta andando alla grande!

Fa un profumo inebriante. Già da un metro di distanza si sente.

Credo che ci siano pochi profumi al mondo più stupendi del profumo del basilico fresco e fragrante.

.

05

.

.

.

.

.

.

Ecco una pianta che fa degnissima concorrenza al basilico: il timo.

Ha un’apparenza modesta, ma è delizioso. Profuma intensamente, è ottimo in cucina per un sacco di usi e a mio parere è anche una bella pianticina.

Folta e densa, tende ad espandersi in orizzontale facendo una specie di soffice manto muschioso/erboso.

.

06

.

.

.

.

.

.

L’origano. Ovvero la gioia di tutte le api del vicinato.

Davvero non pesavo che le api uscissero così pazze per questa pianta.

In effetti dalla foto non si vede bene, ma è piena piena di minuscoli fiorellini bianchi. E profumati, naturalmente.

Mi piace tanto anche l’origano.

07

.

.

.

.

.

.

.

La lavanda!

È ancora così piccola… Quando l’abbiamo presa non c’erano neanche i fiori. Adesso fa questi bei bocciolotti lilla.

In realtà non profuma granché. Bisogna proprio tuffarci dentro la faccia. E le foglie profumano più dei fiori.

Spero che cresca tanto e ci regali fiori e profumo a profusione!

08

.

.

.

.

.

.

Un esperimento: il basilico nero.

In realtà ogni giorno che passa diventa pian piano più verde…!! Boh!!!!

È come il normale basilico, solo meno vigoroso e più delicato nel sapore.

09

.

.

.

.

.

.

Il peperoncino di cayenna.

Ha fatto questi peperoncini belli grossi, e non sono ancora nemmeno maturi. Ora sono lunghi una spanna.

In realtà io e Consorte non mangiamo molto piccante (io quasi per niente, Consorte discretamente, ma solo ogni tanto), quindi… penso che omaggeremo parenti e amici di grandi quantità di peperoncino :D

Questo e l’altro peperoncino che c’è a fianco sono stati una pensata di mio padre. Non so bene a cosa pensasse quando piantava ben due varietà di peperoncino, di cui una piuttosto vigorosa, nella mia fioriera.

10

.

.

.

.

.

.

Quando si dice essere ovunque come il prezzemolo!

Devo dire che questa pianta non teme niente. Cresce e si moltiplica senza ritegno.

Ottimo!!

In estate, niente di meglio di patate fresche di frigo con prezzemolo appena colto!

11

.

.

.

.

.

.

.

Una delle nostre favorite: la salvia!

Anche questa estremamente profumata e rigogliosa.

La amiamo. Cresce con energia ed ostinazione, ci da grande soddisfazione.

L’infuso delle sue foglie è calmante e ristoratore, se si hanno herpes o disturbi gengivali basta tenerne una fogliolina in bocca per trovare sollievo, e ultimo ma non meno importante, le sue foglie più grandi, quelle belle carnose, fritte in pastella sono croccanti e deliziose!!

12.

.

…direi che è proprio ora di andare a preparare la cena… :D

 


Posted in abububaba - racconti incomprensibili del secondo tipo by with 5 comments.

In memoria di F.

Dovevo fare un post intitolato “S’ joy“, a seguito di una camminata in montagna con un tempo splendido e in un ambiente ameno.

Ma non posso più farlo.

 

Il 30 giugno 2013, proprio ieri, F. è morto.

Quando una persona è giovane, nessuno pensa che potrebbe morire.

Queste sono cose che capitano altrove, non a noi.

 

Invece ieri sera, è capitato, è capitato a me e ai miei.

La morte di F.

Includo solo me e i miei perché forse eravamo veramente gli unici a volergli bene.

 

Dedico a lui una unica foto, quella di una farfalla fotografata in montagna. La cui vita è difficile ed effimera, come lo è stata quella di F.

La farfalla, come F., è bellissima. Così la pensiamo noi che gli vogliamo bene. Gli vogliamo bene anche se lui non c’è più.

.

143331_457

.

.

.

.

Siamo affranti.

Mi perdonerete se questo post è così triste e a qualcuno potrà dare fastidio.

Ma ho tanti rimpianti nei confronti di F. e non posso parlarne con nessuno.

Però se non scrivo qualcosa, se non gli dedico qualcosa, se non faccio qualcosa per lui almeno adesso, non riuscirò a darmi pace.

 

È già difficile darmi pace anche così.

Non ho mai fatto niente per lui. Sono stata COSI’ STUPIDA. Semplicemente aspettavo, che chissà, un giorno, lui sarebbe venuto a vivere vicino a me e ai miei e avremmo potuto dargli tutto l’affetto che meritava.

Invece…

F. è morto, è morto ieri da solo, lontano da qui, lontano da tutti.

Solo a pensarci mi si spezza il cuore.

F., cosa hai pensato di noi, che dovevamo starti vicini e non lo eravamo?

 

Cosa hai pensato nei tuoi ultimi istanti, mentre morivi, da solo, senza il conforto di nessun amico, di nessuna persona che ti volesse bene?

 

Che cosa sentivi? Che cosa pensavi?

 

 

Cosa posso fare ormai per te… io che non ho mai fatto niente… io che pensavo a te ogni tanto, ma non facevo niente… I miei che ogni tanto venivano a trovarti, ma che poi ti hanno lasciato andare…

Cosa posso fare per me, per non avere questo rimorso?

 

Ma forse, è più giusto che io lo abbia.

Non sarebbe giusto andare avanti nella vita come se nulla fosse. Noi DOBBIAMO stare male per quello che non abbiamo fatto. Anche se non ci sei più, non è giusto accantonare tutto e basta. Questo ci rimarrà come una macchia indelebile, il tuo ricordo, la nostra colpa.

 

Posso solo dire, anche se non ci crederai, e anche se non serve a niente ormai: ti volevo bene.

Ti volevo bene.

Mi dispiace tanto.


Posted in tristezza by with 5 comments.