Crea sito

Supporti

Cliente: Pronto? Ma quelle valvole la…non avete tolto i supportiiiiiiii…!!!!
Boss n.1: …? [questo si che è entrare in argomento] Pronto? Che supporti??
Cliente: Qelle valvole la che hanno collaudato oggi dal vostro fornitore, c’erano montati sotto dei supportiiiiiii…!!
Boss n.1: [inizia a capire] Ah si, beh signora è normale, li sotto c’è lo spurgo, se non ci fossero i supporti la valvola non si reggerebbe
Cliente: Beh ma l’ispettore ha rigettato le valvole perché nel disegno non c’erano i supportiiiiiii !!
Boss n.1: Ma che vuol dire, non esistono disegni dei supporti, e sinceramente vi consigliamo di accettare la valvola così, altrimenti potreste aver problemi successivamente e…
Cliente: Noooo, ma come facciamo con questi supporti, non andavano messi dei supporti, perché ci sono dei supporti, chi gli ha chiesto di mettere supporti, supporti SUPPORTI supporti SUPPORTIsupportiSupportisupportiSUPPORTI Che ne facciamo di questi supportiiiiiiiiii…?
Boss n.1: …Va bene signora, glieli facciamo togliere ‘sti supporti, basta che la smette
[e subito aggiunge]
Boss n.1: …E poi me li faccio mandare qui alla mia attenzione
Cliente: E perché, che se ne fa?
Boss n.1: PER REGGERMI I COGLIONI SIGNORA!!

Guardate, è una delle rare volte che ho pensato: è un mito!!

***

Ora breve pausa vacanzina, domani parto per le mie due meritatissime settimane in Grecia insieme al mio consorte ^_^
Ci voleva!
Stay tuned


Posted in a' coso...ma te posso dà der tu? by with 1 comment.

RIP King of Pop

Anche se in ritardo, non manco di scrivere un semplicissimo ma rispettoso omaggio allo scomparso Michael Jackson, eccellente artista, persona bizzarra e infelice, che tuttavia ha reso felici milioni di persone.

RIP KING OF POP


Posted in respect by with no comments yet.

È una questione di ball

Dunque, quante cose sono successe in questi SETTE mesi? Ehm…un po’!!

La novità più rilevante è che da aprile convivo col mio bello, detto alternativamente “consorte” o PI (nota alta sulla i, che modestamente, finora nessuno è ancora riuscito a eguagliare a livello di decibel emessi, ma per fortuna non abito in zona Meazza).

È stato facile? Abbastanza!! Incredibile eh? Non è che abbiamo passato poi troppo tempo a cercare la casa, eppure l’abbiamo trovata; ci siamo ammazzati ma 2 settimane dopo tutti i mobili erano dentro perfettamente montati (Ikea for president), puliti e riempiti delle dovute cose (a tetris non mi batte nessuno!); e la convivenza mi sembra la cosa più facile del mondo, è cominciata da subito come se fosse la cosa più perfettamente logica da fare. Evviva!

Come l’ha presa la mmadreee? (tono alla Jean-Claude)
Riassumerò con questa frase di Pi: “Non lasciarmi più da solo con tua madre!!”

Effigurati, non abbiamo neanche comprato la casa (si, a me lo fanno il mutuo…quando i maiali voleranno), non abbiamo neanche una casa di almeno 200 m2, non abbiamo neanche un frigo a doppia porta all’americana classe A+++++ con mungitore di acqua/succhi/ghiaccio/tritarifiuti naturalmente pieno di provviste per 3 mesi in caso di attacco atomico, e soprattutto non ci siamo neanche sposati!
Come faccio a vivere in queste condizioni disastrose!? Dovrei vivere in un segmento di casa dei miei appositamente ritagliata in un appartamento, questa si che è vita!

Ma perfavore.

Il lavoro invece come va?
DEL PITA PITA DEL – DEL PITA PITA DEL (una vecchia ma meravigliosa pubblicità della Coca Cola)
Il lavoro debilita l’uomo!
Sono sempre nella solita azienda piena di follia, e le conversazioni di ogni giorno sono sempre così ugualmente ripetitive ed esasperanti che francamente ho smesso di postarle.
Un paio dei tanti episodi quotidiani, che mi permettono anche di inaugurare la rubrica Ma SEI scemo?? che suppongo utilizzerò massicciamente.

EPISODIO 1

Boss n° 1: “Silviaaa…stai a sentire…ma l’ordine 1234 è evaso?”
S: (con molta pazienza) “Ma no, ne abbiamo parlato ieri, ti ricordi, è la nostra commessa 4321, hai presente?”
Boss n° 1: (incertissimo) “…si si…”
S: “È quell’ordine trattenuto in impianto per un montaggio che è più difficile del previsto, c’è solo quello in questa situazione, capito qual è?”
Boss n° 1: (faccia smarrita, anzi, sbalordita)
S: “…dai, quello delle flange aggiuntive da montare, te ne ho parlato ieri sera per un quarto d’ora di fila!”
Boss n° 1: (ancora fa resistenza) “…si …eeehm …e questo qui cos’è, evaso?”
S: “…ma se è ancora in lavorazione, secondo te??”
Boss n° 1: “No perché io c’ho questo qui che mi scrive, cosa gli dico, che è pronto?”
S: (ma perché ma perché ma perché??) “Si, certo, digli anche che io sono alta, figa e con un conto in banca astronomico”
Boss n° 1: (faccia da ebete) “Ma perché, ma allora non è pronto??”
S: “NOO!”
Boss n° 1: “E adesso io cosa gli dico a questo qui?”
S: (mi viene da piangere) “Ma non dirgli niente no?? È solo una mail, mica ce l’hai in linea in questo momento – e anche se fosse, voglio dire… – , dici che un paio di giorni potrebbero spingerlo al suicidio per non avere i pezzi flangiati ansi 600, o possiamo rispondere quando il tutto sarà pronto?”
Boss n° 1: “Ma si, io non gli dico niente va’, inutile stare a scervellarsi!”
S: (ah beh certo, un vero dilemma)
Boss n° 1: “Mi’ che giornata, vado a prendermi un cafferino, ne ho proprio bisogno!”
S: “Si ok” (levati va’…)
Boss n° 1: “Capito, non star li a perderti in un bicchier d’acqua per queste cose!”
S:
__Ma SEI scemo??

EPISODIO 2
Cliente (donna anzianotta):
“Pronto!! Come stai??”
S: “Buongiorno [innanzitutto], e riguardo alla seconda domanda, me ne stavo meglio a casa mia” (con tono serio e professionale)
Cliente: “Ehhh anche io sapessi, il cane Bla bla bla bla bla Il marito della Patti Bla bla bla bla bla E poi il tostapane Bla bla bla bla bla E quindi la vaccinazione per il pitone Bla bla bla bla bla E l’esattore delle tasse poi Bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla E il packing list quando me lo mandi?”
S: (un po’ spiazzata dal repentino cambio d’argomento, avevo iniziato ad ascoltare la musica dal lettore MP3, fra l’altro ero proprio arrivata a Personal Jesus) “Uh…eh… Innanzitutto di che ordine stiamo parlando?”
Cliente: “Ma come dai, di quell’ordine LI !!”
S: “Ma quale, quello del giradischi o quello del CD di LaToya Jackson?”
Cliente: “Eh? Che dici?”
S: “Non avendo tu specificato, ho pensato che poteva essere uno degli ordini che ha fatto il mio consorte su E-Bay”
Cliente: “Nooooo, ma dai, ma sei sposataaaa, pensa che io ho 4 cani Bla bla bla bla bla Il gruppo sanguigno Bla bla bla bla bla E la cervicale Bla bla bla bla bla E le verze e le patate Bla bla bla bla bla E quindi insomma quell’ordine li??”
S: “Si, dicevamo, il giradischi?”
Cliente: “Daiii, intendo quell’ordine li di ball valves”
S: (ce ne fosse uno solo, ma per fortuna intuisco da sola a quale si riferisce) “Si, allora, in merito a queste valvole a sfera…”
Cliente: “Ma come valvole a sfera, ma dico, ma non sono valvole a sfera, ma che cosa sono ‘ste valvole a sfera?? Io qui vedo scritto ball valves, capito, queste sono ball valves! Allora non è materiale giusto che ci state dando eh, non è, ma sempre pasticci dovete combinare, possibile, perché voi comprate da questi cinesi qui, eh gente inaffidabile, eh, ma dico io, ball valves abbiamo ordinato noi e-”
S: (conta fino a 10, conta, conta…) “Ma così, secondo te, giusto per la cronaca…Come si traduce in italiano ball valve?”
Cliente: “…eh… ahahaha, non lo so, ahahaha!”
S: (fantastico, una vera esperta del settore) “Secondo te, valvola a palla o valvola a sfera? Cosa ti suona meglio?? Personalmente penso che effettivamente valvola a palla sia anche abbastanza simpatico, e come terminologia si avvicina anche al linguaggio dei gggiovani, che dici, possiamo quindi ragionevolmente chiedere all’American Standard di cambiare la terminologia in italiano?”
Cliente: “…no… beh… SONO STATA FRAINTESA…”
S: “Capisco, anche la mia voglia di essere lasciata in pace dagli expediter viene sempre fraintesa”
Cliente: “No beh, ascolta, allora quell’ordine li…quando lo spedite al cantiere?”
S: “Ti riferisci quindi all’ordine che voi avete fatto fermare perché il vostro engineering [indiani, ingegneri indiani! Spariamoci direttamente nei maroni!] ha scritto quattro fregnacce sui disegni facendo fermare l’ispezione, di conseguenza anche la spedizione? Proprio a quello ti riferisci??”
Cliente: “No ecco beh, io non avevo detto esattamente di fermare tutto…sono stata fraintesa [aridaje] … no nel senso…perché i disegni poi non li avete corretti secondo i commenti… Un momento, hai detto ‘fregnacce’ ??”
S: (facciamo finta di niente) “No tu guarda sei stata esplicitissima, prendiamo la tua mail del giorno tot e del talaltro giorno tot; e poi no, i commenti non possono essere incorporati nel disegno, per due motivi: uno, alcuni commenti sono veramente irrisori, tipo ‘metti un trattino qui’ o ‘cancella questa parentesi qui’, voglio dire, commenti simili su un disegno giustificano l’arresto della produzione/ispezione/spedizione?? A casa mia no, e il nostro management è anche molto irritato per questo comportamento da parte vostra e attualmente sta già chiamando il tuo superiore. Poi tutto il resto sono extra rispetto alle richieste tecniche dell’ordine, incorporarle nei disegni apporterebbe un massiccio cambio nel design delle valvole, con conseguente extra costo per voi e perdita di circa 349384977777 ore lavorative che farebbero andare noi in penale verso di voi nella consegna, e soprattutto voi in penale rispetto al vostro cliente, e se non erro la vostra penale sono 100.000 dollari al giorno per ritardata consegna. Allora, che facciamo?”
Cliente: “Eh…no…ma tu questo non me l’avevi detto!”
S: “Invece si, prendi le mie mail dei giorni tot, tot e tot, e una mia mail direttamente ai vostri ingegneri del giorno tot” (si, w le mail! Tutto per iscritto, pariamoci sempre le chiappe)
Cliente: “Eh, vedi, è che tutto questo linguaggio tecnico in italiano io non lo capisco…”
S: “No veramente le ho scritte tutte in inglese-”
Cliente: “Ecco, volevo dire, questo linguaggio tecnico in inglese…”
S: “-tranne una in italiano, appunto per evitare qualsiasi incomprensione linguistica” (fammi finire, testina!)
Cliente: (momento di penosissimo silenzio) “…beh, insomma… si beh, non potete trattarci così, il materiale deve essere consegnato, correggete i disegni come vi abbiamo detto, intendo, i commenti che potete incorporare senza extra costo [aaah ecco], perché è tutto fermo eh, non va mica bene eh, per queste valvole ball!!”
Silvia: (sapessi che due ball che abbiamo qui) “Si si, toglieremo il trattino e aggiungeremo lo spazietto sui disegni, si, adesso guarda, devo veramente scappare che mi aspettano in sala riunioni, vado eh, ciao” (la riunione è una scusa immortale! Yeah!)
Cliente: “Si si cara, ok, allora ti chiamo io!”
S:
__Ma SEI scema?? XD


Posted in ma SEI scemo?? by with 2 comments.